CittaslowBee

Città partecipanti:

MANIFESTO PER LE API DI CITTASLOW INTERNATIONAL
"CittaslowBee: concretamente per le api, sentinelle della biodiversità"

Introduzione

L’ape (Apis mellifera) è l’insetto noto a noi tutti per la produzione del miele. Molti conoscono la sua importanza nel favorire l’impollinazione dei vegetali.

Meno nota è la sua azione essenziale ai fini della tutela della biodiversità, intesa come coesistenza in un determinato ecosistema di molteplici specie sia animali che vegetali nel quale si crea un equilibrio attraverso le loro reciproche relazioni.

L’importanza fondamentale del mantenimento della biodiversità sta nel fatto che l’ambiente deve essere costantemente in grado di adattarsi ai cambiamenti climatici e di poter limitare l’insorgere di malattie e parassiti; per fare ciò, l’ambiente richiede di essere popolato di piante geneticamente diverse. Tale diversità sopravvive, in larga misura, grazie all’opera degli insetti impollinatori quali l’ape, i quali durante la ricerca di nettare dei fiori trasportano il polline da una pianta ad un’altra. In questo modo si determina un costante rimescolamento dei geni delle piante, che possono divenire più resistenti alle malattie, alle infestazioni, ai parassiti, alla siccità.

Recenti studi hanno dimostrato come l’ape, oltre a contribuire all’impollinazione dell’80% delle piante a fiore (sia spontanee che coltivate), svolge una funzione centrale in quelle aree del mondo dove gli ambienti sono deteriorati con il possibile pericolo del verificarsi di calamità naturali quali alluvioni, frane, erosioni e desertificazioni.

E’ stato calcolato che nella sola Europa l’84% delle 264 specie coltivate necessità dell’impollinazione degli insetti e che oltre 4000 differenti specie vegetali continuano a prosperare e a riprodursi proprio attraverso l’umile e preziosa azione delle api.

Oggi questo insetto noto a tutti è in pericolo: facciamo qualcosa, concretamente.

I Sindaci e le comunità Cittaslow operano ogni giorno scambiandosi buone pratiche e progetti per dare un "futuro di buon vivere" a tutti, in alleanza con le prossime generazioni e con ogni organismo sulla terra. Per questo siamo da sempre in prima fila per difendere le api nella consapevolezza che se salveremo la ronzante instancabile operaia salveremo il mondo.

Per invertire la tendenza del declino delle api, riteniamo di primaria importanza la loro difesa, visto il ruolo insostituibile di api, apicoltura (l’apicoltura rimane tutt’oggi un’attività economica incentrata sulla produzione di miele e cera, che ha ancora un’importanza non trascurabile nelle aree rurali, assicurando alle comunità presenti la capacità di presidiare il territorio e produrre reddito) e altri insetti impollinatori nella protezione e mantenimento della biodiversità, per garantire la sicurezza alimentare e un adeguato mantenimento economico di molte persone, in particolare di coloro che vivono in aree rurali o emarginate. 

Molto di quel che mangiamo deriva dal lavoro di questi piccoli insetti impollinatori che vivono in una società cooperativa. Ad esempio le verdure negli orti e nei campi si sviluppano grazie alle api, così come gran parte dei frutti sugli alberi. Senza alimenti vegetali non avremmo nemmeno le carni...: solo in Europa, oltre 4.000 verdure! Ovvio che di fronte ad una crisi generale delle api, il danno sarebbe immenso e probabilmente irreversibile. Imputata oggi l'agricoltura industriale ed intensiva, che utilizza in quantità pesticidi chimici, pianta monocolture, adotta pratiche agricole distruttive, è indifferente alla biodiversità. Come se non bastasse, anche i cambiamenti climatici stanno aggiungendo stress e pericoli nella vita delle api.

SCARICA IL MANIFESTO DI CITTASLOWBEE

Eventi CittaslowBee 2021
Giornate mondiali del 20 e 22 maggio dedicate alle Api e alla Biodiversità, tutti gli eventi delle Cittaslow